Giuseppe Genta  giornalista  in viaggio...               

 

 

 
RMC ... Si salvi Chi Può dal purgatorio all’inferno!

E così dopo un anno in cui il programma Si Salvi Chi Può è rimasto confinato in quella sorta di purgatorio che era il suo orario di messa in onda dalle 5 alle 7 del mattino, oggi al via della nuova stagione radiofonica 2013/14 l’ Ufficio Complicazioni Affari Semplici di RMC confermandolo in quell’orario proibitivo non ha trovato di meglio che spingere all’Inferno un programma che nel giro di due anni i lungimiranti responsabili editoriali dell’emittente monegasca sono riusciti a trasformare da trasmissione di punta del mattino a una sorta di Club riservato a quei pochi intimi che hanno voglia di puntare la sveglia alle 5 del mattino per ascoltare un programma che nulla ha più dell’originario Si Salvi Chi Può per il quale centinaia di ascoltatori si mobilitarono per protestare per il suo spostamento d’orario.
Certo fa tristezza sentire un conduttore navigato e di lungo corso come Maurizio Di Maggio aggrapparsi ai pochi intimi che gli sono rimasti fedeli, arrivando addirittura in apertura di trasmissione a citarli nome per nome per ringraziarli di voler condividere con lui l’inizio della giornata, purtroppo però i dati sono impietosi e non potrebbe essere diversamente visto l’orario.
Il post di benvenuto postato sulla pagina di RMC poco dopo l’inizio della trasmissione alle 5,15 segnala 5 commenti e 15 mi piace, alle 5,30 … 9 commenti e 46 mi piace, alle 6 … 18 commenti e 75 mi piace, alle 6,30 … 23 commenti e 107 mi piace, alle 6,45 … 25 commenti e 135 mi piace.
Del resto la trasmissione come già detto non ha più nulla dell’originario programma facendo registrare una dopo l’altra le partenze di Erina Martelli lo scorso anno e non ultima quella di Rafael Didoni e dei comici passati armi e bagagli a No Comment il nuovo Morning Show condotto da Debora Villa.
Il programma vista anche l’ora in cui va in onda è una sorta di forno da cui a intervalli regolari vengono sfornate le prime notizie della giornata in quella che più che una trasmissione è diventata un giornale radio intervallato da della buona musica.
Ma ormai par di capire che poco importa quale sia la struttura del programma poiché i fedelissimi di DiMaggio lo seguirebbero a qualsiasi orario e anche alla conduzione di una trasmissione, che sfornando notizie su notizie, tutto si può dire meno che possa far iniziare la giornata con il sorriso sulle labbra, visto che le notizie belle o brutte che siano ci accompagneranno già per l’intera giornata.
A questo punto il programma potrebbe anche chiamarsi Buongiorno o ben svegliati con Di Maggio perché oggi a mente fredda saranno in molti a capire che la battaglia a suo tempo portata avanti per riavere Si Salvi Chi Può alle 7 non era tanto rivolta a riavere il programma preferito nel suo orario naturale ma più che altro il proprio speaker preferito in un orario non improbo.
E allora forse l’U.C.A.S. tra i due mali ha scelto quello minore e ben sapendo che Di Maggio sarebbe stato incompatibile con la conduzione di Debora Villa ha lasciato il conduttore di lungo corso a navigare in solitaria con i suoi fedelissimi in un orario che di certo non smuoverà gli indici di ascolto dell’emittente e ha regalato il sorriso sulle labbra agli ascoltatori che accendono la radio quando le brioches sono già pronte per essere gustate!

Doubleg









 
  il pensierino della sera                       


 

viaggiamonline