Giuseppe Genta  giornalista  in viaggio...               

 

 

 
RMC ... Ufficio Complicazioni Affari Semplici – sempre APERTO!

Radio Monte Carlo dopo un anno travagliato in cui ha dovuto nonostante tutti i più buoni propositi mettere in archivio il clamoroso flop di Platinette nelle due ore di maggior ascolto del mattino, tenta di riaccendere la nuova stagione radiofonica affidando a Debora Villa la conduzione del Morning Show con l’aiuto dei tre comici o caratteristi che dir si voglia Rafael Didoni, Stefano Andreoli e Andrea Sambucco.
Certo l’idea partorita dall’Ufficio Complicazioni Affari Semplici di RMC che sembra essere bontà sua sempre aperto non è molto lontana da quella che albergò nella mente di colui che per primo ebbe contezza dei benefici che avrebbe potuto trasmettere l’uso dell’acqua calda, peccato però che il risultato che sgorga dalle frequenze dell’emittente monegasca sia una sorta di acqua tiepida che come tale scontenta tanto i cultori dell’acqua fredda quanto quelli della calda!
E sì perché gli ascoltatori che nel corso dell’intero anno hanno richiesto con una certa insistenza un ritorno alle 7 del programma Si Salvi Chi Può si ritrovano il loro programma preferito nuovamente confinato in una fascia oraria ( quella dalle 5 alle 7 ) in cui la stragrande maggioranza degli ascoltatori sono alle prese con l’inizio del susseguirsi delle proprie fasi REM che lasceranno come traccia al risveglio nei più il ricordo dell’ultimo sogno, e si dice che non vi sia niente di più brutto che essere interrotti proprio mentre si sta sognando.
Per questi ascoltatori è del tutto evidente che l’approccio con il nuovo programma non potrà che essere tiepido già solo per il fatto di sapere che il buon Di Maggio che proprio quest’anno ha festeggiato i cinque lustri a RMC venga ancora confinato in un orario dove solitamente trasmettono gli speaker che soffrono di insonnia, quelli che arrivano in radio per imparare il mestiere o quelli che amano andare in onda con un programma registrato anziché in diretta.
Di certo al di là del far buon viso a cattiva sorte e professare il proprio gradimento per l’orario quantomeno inusuale e oltremodo avaro in termini di ascolti rimane un interrogativo di fondo, quello del perché mandare in onda in un orario più consono a un panetterie uno speaker di lungo corso come Di Maggio, evidentemente i problemi non erano riconducibili al solo arrivo di Platinette a RMC.
Vi sono poi tutti quegli ascoltatori che avendo smesso di ascoltare RMC nella fascia oraria di Platinette si ritrovano come d’incanto alle prese con il nuovo programma NO COMMENT che significa per molti un ritorno al passato e soprattutto il poter iniziare la propria mattinata con il sorriso sulle labbra.
Certo per questi ascoltatori dopo la catastrofica esperienza avuta con Platinette in cui RMC ha fatto arrivare loro non acqua fredda ma addirittura gelata c’è voluto ben poco per sentire che stava sgorgando nuovamente acqua, se non del tutto calda, almeno tiepida.
E’ troppo presto per dare un giudizio attendibile su di un programma che ha preso il via da una settimana ( anche se gli apprezzamenti sulla pagina FB di RMC non sono tardati ad arrivare ), è necessaria una certa carburazione e soprattutto devono consolidarsi quei meccanismi di intreccio tra i conduttori che solo il tempo potrà rendere fluidi e scorrevoli.
Una cosa però vien fuori da subito al primo ascolto ed è la mancanza di uno speaker che possa fare da collante e dettare tempi e ritmi facendo da cerniera tra le varie anime del programma.
Debora Villa è una comica con i fiocchi e controfiocchi ma non è una speaker, Didoni un ottimo cabarettista e Sambucco con Andreoli potrebbero usare al meglio la loro vena comica centellinandola.
E’ quasi un nonsense far commentare le notizie a un comico che da quelle stesse notizie dovrebbe trarre lo spunto per la sua “gag”, senza contare che due ore di diretta sei giorni su sei possono minare anche la vena creativa del più prolifico dei comici.
Capisco però che la soluzione ottimale sarebbe stata di una semplicità talmente disarmante da mandare in tilt l’intero U.C.A.S. di RMC per cui penso che non si siano nemmeno posti il problema di riunire la coppia, già consolidata in passato, formata da Debora Villa e Erina Martelli che con l’aiuto dei tre comici avrebbero fatto partire alla grande da subito un programma che invece avrà bisogno di una lunga carburazione.
Ma si sa che le cose semplici non sono nelle corde dell’attuale direzione di RMC che come abbiamo visto è riuscita a bruciare nella fascia di maggior ascolto anche un personaggio come Platinette che può piacere o no ma sulla cui professionalità non si può di certo discutere visto il suo excursus nel panorama radiofonico italiano.
Proprio all’avventura di Platinette a RMC sarà dedicato uno dei prossimi pensierinidellasera con l’augurio che possa essere nuovamente in onda lunedì 9 settembre, da quale microfono non ha importanza.

Doubleg










 
  il pensierino della sera                       


 

viaggiamonline