Giuseppe Genta  giornalista  in viaggio...               

 

 

 
Renata Polverini la " diversamente  dimessa "

Lo spettacolo che sta dando in questi giorni la Presidente Polverini meglio conosciuta come la “ diversamente dimessa “ è qualcosa di veramente immorale che fa salire a dismisura nei cittadini una sorta di avversione verso quanti praticano la politica solo ed unicamente per i propri fini personali.
Una Presidente che siede da dimissionaria ma non ancora dimessa nei salotti TV della politica per recitare il suo ruolo di genio della comunicazione politica ( come prontamente dimostrato dai manifesti con cui a tappezzato tutto il Lazio ) in cui manda a dire agli italiani “ che questa gente la manda Lei a casa “; facendo però finta di non ricordare che la sua Lista Polverini ha avuto in dotazione all’anno qualcosa come 1.900.00 euro per le piccole spese.
A più riprese nelle sue varie comparsate TV ci ha ricordato che Lei “ poveretta “ riesce a malapena a pagarsi il mutuo e le sue carte di credito a fine mese continuando a prendere per i fondelli milioni di italiani che non sanno veramente come far quadrare i conti a fine mese.
Una presidente che da “ diversamente dimessa “ ha partecipato all’incontro dei Presidenti di Regione con Napolitano, quindi nella pienezza del suo ruolo; una Presidente che ha continuato ad esercitare il suo potere anche ieri quando da “ diversamente dimessa “ ha convocato la sua giunta per eliminare alcuni assessori vicini all’europarlamentare Tajani e quindi per regolare i conti nella faida interna al PDL che di fatto ha reso pubblico il marciume in cui navigava il Consiglio Regionale del Lazio; una Presidente che ha rinnovato sempre ieri incarichi a dirigenti e consulenti le cui delibere già assunte in precedenza erano state rigettate dal Tar.
E in questa sorta di circo che è diventato la Regione Lazio fatto di saltimbanchi e pagliacci la candida Renata si è rivolta ai giornalisti che le chiedevano notizie sulle sue dimissioni con una frase che rispecchia in pieno il senso dello stato e di garante nei confronti dei cittadini che dovrebbe essere proprio di un Presidente di regione “ e va be’ un giorno in più o in meno che sarà mai ! “.
Ma questa persona lo avrà uno specchio in casa?


Doubleg
 






 
  il pensierino della sera                       


 

viaggiamonline