Giuseppe Genta  giornalista  in viaggio...               

 

 

 
Radio Monte Carlo non è più ... CHIC !

Lo confesso, sì mi viene difficile scrivere questo pezzo su RMC la radio che mi ha accompagnato per mano quando ero un ragazzino e mi ha visto crescere in compagnia di buona musica e di conduttori che come per incanto grazie al mitico Noel Coutisson hanno scritto una delle pagine più importanti e direi indimenticabili dei mezzi di comunicazione.
Erano certamente altri tempi quelli di allora, tempi in cui RMC ebbe per anni il monopolio degli ascolti arrivando a mandare in tilt le centraline della SIP ( oggi Telecom ) di varie regioni italiane in occasione di programmi come “ il milione “.
Personaggi come Herbert Pagani, Robertino, Luisella , Awanagana, Ettore Andenna contribuirono con la loro creatività e fantasia a far nascere nel vero senso della parola la radio commerciale.
Per una quindicina di anni dalle ore 14 del 6 marzo 1966 ( giorno in cui ebbero inizio le trasmissioni in lingua italiana ) RMC diventò la regina incontrastata dell’etere fino a quando con la liberalizzazione dell’etere nazionale non sbarcarono in onda le radio private che di fatto stravolsero la funzione della radio che non la si accendeva più solo per cercare svago ed intrattenimento ma soprattutto per ascoltare musica, magari perché no anche registrabile.
E così per RMC cominciarono gli anni bui in cui si registrano cali impressionanti di ascolti che portano ad un avvicendamento nella proprietà con una conseguente revisione del palinsesto che portò ad addii quasi impensabili come quello di Robertino prima e di Awanagana poi.
Ma è proprio da questa ripartenza targata inizi anni novanta che RMC decide di mantenere inalterata la sua caratteristica di radio di intrattenimento accompagnata da un ottima musica, fatto questo che le vale l’appellativo di Radio CHIC.
Ecco quindi che questa mattina, quando ho sentito Platinette all’inizio del suo nuovo programma in onda su RMC sferrare un attacco pazzesco a tutti quegli ascoltatori che hanno manifestato in maniera democratica attraverso i social network la propria contrarietà a questo cambiamento di palinsesto, mi è venuto da chiedermi ma è questa la vera RMC Chic, è questa la RMC che ha fatto per una vita dei suoi ascoltatori il punto fermo della propria soppravivenza?
Intendiamoci non ho nulla contro Platinette ( al secolo Maurizio Coruzzi ) che ha dimostrato dai suoi esordi ad oggi di essere innegabilmente uno che ci sa fare avendo tirato su dal niente un personaggio che per un certo periodo ha saputo focalizzare grazie alla sua ambiguità l’attenzione dei media traendone come è del tutto evidente dei vantaggi professionali ed economici di tutto rispetto.
Il punto è un altro, un professionista come Platinette dovrebbe sapere che nel mondo dello spettacolo vige una legge non scritta ma sacrosanta che è quella che recita ahimè “ il pubblico ha sempre ragione “.
Potremmo poi disquisire se le 500 disgraziate, fanatiche e rimbambite ( così ha chiamato questa mattina in onda gli ascoltatori e ascoltatrici di RMC che non gradiscono la collocazione del suo programma in quella fascia oraria ) siano poche o tante per una radio commerciale che si trova in fatto di share al 16° posto a livello nazionale e che raccoglie giornalmente poco più di 1.200.00 ascoltatori medi.
Potremmo poi disquisire sul perché ed il percome su Radio Deejay il suo programma “ Casa Platinette “ divenuto poi “ Platinissima “ dopo essere andato in onda per anni nella fascia oraria dalle 6 alle 8 sia stato spostato dalla stagione 2010 con il nome di “ Platinissima presenta : Deejay Good Morning “ nella fascia preserale dalle 18 alle 20 fino ad arrivare ai giorni nostri in cui Platinette è stato licenziato nel corso dell’estate da Radio Deejay per approdare da settembre a RMC.
Potremmo anche dire che Platinette quando era a Radio Deejay perse ascolti nella fascia mattutina soprattutto nel target compreso tra i 18 e i 34 anni, senza peraltro compensare con aumenti rilevanti nella fascia che va dai 25 ai 44 anni.
Del resto così come il direttore artistico di Radio Deejay avrà fatto le sue valutazioni in merito ad una riconferma o meno di Platinette altrettanto avrà fatto il suo nuovo editore e la direzione artistica di RMC, però una cosa è certa insultare gli ascoltatori in diretta non mi sembra il massimo per chi vuol trarre utili ( l’editore ) da una attività che poggia le sue basi di raccolta pubblicitaria sui dati di ascolto.
Tra l’altro buona parte degli ascoltatori che si lamentano ( e da come si può leggere in rete sono davvero tanti ), non mettono in discussione la professionalità di Platinette ma chiedono unicamente che venga mandato in onda in un'altra fascia oraria; ed allora penso che per il bene di tutti forse qualcuno dovrebbe fare un passo indietro per non trasformare quella che potrebbe essere una nuova meravigliosa avventura in un FLOP pazzesco.
 
 
Doubleg
 






 
  il pensierino della sera                       


 

viaggiamonline