Giuseppe Genta  giornalista  in viaggio...               

 

 

 
Miriam Makeba ... la Grande Mamma se ne è andata...


Miriam Makeba, la Grande Mamma che tutti chiamavano " Mama Afrika " se ne è andata stroncata da un malore al termine del concerto anticamorra a sostegno dello scrittore Roberto Saviano tenuto domenica sera a Castel Volturno nel casertano, un luogo simbolo della lotta alla criminalità ed alla sopraffazione.
Un concerto al quale aveva voluto partecipare nonostante le non brillanti condizioni di salute che l'accompagnavano da tempo, fatto questo che l'aveva costretta ad arrivare, spinta su di una carrozzella per non affaticarsi troppo, in mattinata al centro di assistenza Fernandez.
Se ne è andata nel modo che ogni artista sognerebbe di fare, avvolta dal calore e dall'abbraccio del suo pubblico che le ha tributato un lungo interminabile applauso, e riportandola ancora una volta alla ribalta del mondo intero.
Fino a ieri Miriam era nota per le lotte combattute a suo tempo contro il regime dell'apartheid che aveva dilaniato il suo Paese, il Sudafrica, lotte alle quali il governo sudafricano rispose bandendo i suoi dischi e condannandola all'esilio; da oggi con la sua morte sul campo - palco di Baia Verde a Castel Volturno Miriam vede consacrata al mondo intero tutta la sua esistenza spesa per l'impegno civile, un impegno al quale non si è mai sottratta nell'intero arco della sua vita arrivando a sacrificare la sua stessa vita come ha fatto l'altra notte pur di poter testimoniare ancora una volta al mondo intero gli ideali che l'hanno accompagnata da sempre.
Di questa donna nata a Johannesburg il 4 marzo 1932 da madre " sangoma " di etnia swazi e da padre " Xhosa " rimarrà a tutti noi oltre all'indelebile ricordo del suo successo più famoso " Pata Pata " il suo impegno contro la segregazione razziale e contro ogni genere di ingiustizia o sopraffazione, impegno che la portò ad essere delegata presso le Nazioni Unite e a vincere il Premio Dag Hammarskjold per la pace nel 1986.

Bye Mama Afrika!
 

Doubleg




  il pensierino della sera                       


 

viaggiamonline