Giuseppe Genta  giornalista  in viaggio...               

 

 

 
 Un America da non credere ...



Incredibile ma vero, solo in America può succedere, con 1 dollaro puoi comprare una Coca-cola grande da McDonald's, un film usato su VHS da Blockbuster o la casa che vediamo nella foto, che si trova al num. 8111 di Traverse street a Detroit nello stato del Michigan.
E' quanto accaduto lo scorso mese di agosto quando questa casa, pignorata la scora estate, è stata venduta dalla banca che ne era diventata proprietaria ad una signora del posto per il tramite dell'agenzia di vendite Bearing Group.
La casa, poco distante dal Detroit City Airport, era la più bella del quartiere quando venne venduta per 65.000 dollari nel novembre del 2006, ma lo scoppio della bolla immobiliare che ha duramente colpito gli USA non ha risparmiato lo Stato del Michigan dove il collasso immobiliare ha seguito inevitabilmente il tracollo finanziario di Ford, Chrysler e General Motors, i tre BIG del mercato auto d'America.
Inizialmente a gennaio la casa era stata messa in vendita a 1.100 dollari, ma non ha avuto altri visitatori all'infuori di qualche home-less che vi ha trovato riparo per la notte; nel frattempo gli " scrappers " ( vandali ) hanno fatto diligentemente la loro parte, portando via ogni cosa, supellettili, oltre ovviamente a porte interne, pannelli di legno esterni, tubature e cavi elettrici.
Dovendo pagare circa 4.000 dollari di tasse ed una bolletta arretrata dell'acqua piuttosto sostanziosa la banca facendo due conti ha realizzato che o si liberava della casa in tempi brevi o altrimenti avrebbe dovuto continuare a pagare oltre 5000 dollari all'anno per mantenere la proprietà di quello che oggi è poco più di un rudere.
Di qui la decisione di mettere in vendita la casa a 1 dollaro a fronte di un esborso da parte della banca di circa 10.000 dollari per affrontare le spese necessarie per trasferire la proprietà ( 2.500 dollari di commissioni all'agenzia per la vendita, altri 1.000 dollari di premio all'agenzia per aver chiuso la vendita a 1 dollaro, 500 dollari dovuti come commissione all'agenzia dall'acquirente ma di fatto pagati dalla banca, 4.000 dollari di tasse e 2.000 dollari di bollette dell'acqua arretrate).
Da notare che come commenta il giornalista Ron French del locale "The Detroit News" , sono sati necessari ben 19 giorni per trovare un acquirente disposto a sborsare il dollaro richiesto per perfezionare l'acquisto; acquisto che ovviamente è avvenuto per contanti.
Roba da non crederci... ma è tutto vero ...talmente vero che pochi giorni fa una donna di Chicago, tale Joanne Smith di 30 anni si è aggiudicata all'asta prevalendo su altri otto aspiranti acquirenti per la grandiosa cifra di un dollaro e 75 centesimi una casa abbandonata a Saginaw sempre nel Michigan, come riporta il foglio locale "Saginaw News" ( in questo caso ad onor del vero la casa le costerà un pò di più dei quasi due dollari sborsati su e-Bay, infatti tra titolo di proprietà e tasse arretrate arriverà alla cifra iperbolica di 850 dollari ).
Viene difficile commentare notizie di questo genere, perchè sono quel tipo di notizia che ti lascia praticamente allibito, per non dire stordito, considerato che stiamo si parlando di Detroit una città che ha il più elevato tasso di criminalità degli States, di una città ridotta peggio di una bidonville del terzo mondo, ma stiamo pur sempre parlando dell'America...
Certo dopo questa storia mi verrebbe la voglia di commentare a caldo quello che sta accadendo in Italia nel campo immobiliare, visti anche gli ultimi dati forniti dall'ANCE l'Associazione dei costruttori legati a Confindustria, ma prendendo come buone le parole di Rossella O'Hara ( giusto per restare in America ) lo farò domani, dopotutto domani è un altro giorno! e speriamo che lo sia davvero ... per tutti noi.

Doubleg



 

 
 
 
  il pensierino della sera                       


 

viaggiamonline